tassa transazioni finanziarie

dal G20 di Parigi arriva la risposta alle manifestazioni che si stanno svolgendo in queste ore in vari paesi del mondo sul tema della crisi finanziaria e di sitema che sta mettendo in pericolo la stabilità sociale come la conosciamo e come l'abbiamo costruita dopo la seconda guerra mondiale.

il ministro delle finanze tedesco Wolfang Schaeuble al termine del G20 finanziario di Parigi dice : "Non c'e' nessuna possibilita' al momento per la tassa sulle transazioni finanziarie". 

devo credere veramente che non si possa chiedere un centesimo per ogni transazione finanziaria in circolazione?
allora come posso credere che non mi vogliano 
coscentemente strangolare con un sistema finanziario che è palesemente un sistema di strozzinaggio legalizzato??

come posso pensare che gli incazzados di tutto il pianeta si calmino?

cancellazione del debito

della crisi economica in cui ci troviamo sta emergendouna partedi verità.
il capitalismo da propulsore di sviluppo si è ammalato diventando capitalismo finanziario con le conseguenze patologiche che sono sulle spalle di tutti.
si continua in questa crisi solamente perchè il cappone non vuole mai anticipare il natale.

ma non ci sono uscite : i capitali finti, gli asset tossici, i crediti inesigibili e i soldi di carta non collegati a nulla devono essere spazzati via. con loro le  entitàche li detengono.
nelle conseguenze ci potrebbero essere degli individui (sottolineo individui e non imprese) che si troveranno con dei debiti che non sono più in grado di pagare. a quel punto bisogna cancellare quel debito.

qualcuno ha calcolato che ci sia in giro merce finanziaria per 8 ( otto ) volte il pil mondiale.
prendiamo per buono il valore.
ora, se anche riduciamo alla metà il tutto, crollerà qualche banca , qualche banker andrà a fare un lavolo manuale, ma ci salveremo dalla follia della finanza derivata .
dalla sera alla mattina.
e il mattino dopo sarà sicuramente migliore di questo presente impossibile e senza futuro.