Il pallonaro

Certo che appena apri un qualunque quotidiano, potresti scrivere per una settimana..

l’Assist (è proprio il caso di dirlo !!) per una considerazione su Mario Monti. tanto per ricordarci in che mani siamo.

bisognerebbe sospendere la tassa suula casa…bisognerebbe sospendere ( nel senso di annullare ) per 5 anni le tasse alle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia. bisognerebbe sospendere per due o tre anni il prelievo fiscale a chi assume domani mattina con contratto a tempo indeterminato…bisognerebbe sospendere ….

invece no. potrei pensare all’incredibile, invece è tutto vero. Mario Monti, si appassiona di calcio ed esterna a muso duro“Bisognerebbe fermare il calcio per due o tre anni”.  per carità, il mondo del calcio è scandaloso.

Però, caro signor preside, visto che è in vena di dire le cose come stanno perchè non dice lo stesso dei parlamentari che sostengono il suo Governo ?

Perchè non dice nulla sugli scandali bancari, finanziari e speculativi ?  Il vizio è sempre lo stesso: cominciare sempre dagli altri… scommettiamo che se qualcuno la spostasse alla Federazione Giuoco Calcio, ( diventata come alcuni sanno Federazioni Giocatori Carcerati Italiana….) poi magari cambierebbe pure opinione?

Si occupi di Politica ed Economia e faccia il forte con i poteri forti, se è in vena di fare i duro…se ha voglia si ricordi che oltre a primo ministro ricopre anche la mansione di ministro delle finanze...e nemmeno un cane che glielo ricordi ‘sto “interim” infinito.


PS: Non potevo esimermi dal sovrapporre con GIMP ( sia chiaro licenza GNU gpl …) un paio di foto e fare l’immagine per il titolo del post: Il Pallonaro…

 

Annunci

8 thoughts on “Il pallonaro

  1. Mi chiedevo: ma cosa passerà mai per la testa di uno come Monti?? Mesi fa ci domandavamo solo da che parte stesse, ma nessuno aveva dubbi sull’intelligenza del personaggio. Però, dopo esternazioni come questa, il dubbio inizia a essere decisamente forte…

    Ma il Prof. non si è ancora fermato a guardarsi intorno?? Con uno Spread ormai fisso sopra 400 nell’indifferenza generale, ci mancava solo il Terremoto a completare l’immagine di devastazione della Penisola.
    Se ci fosse qualche esperto di economia all’ascolto (come Exodus), vorrei chiedere lumi:
    Ma è possibile che non potendo svalutare l’euro, Monti stia veramente perseguendo l’obiettivo di comprimere i salari e svalutare le variabili interne ?? E se così, gli interessi sul debito poi chi li paga?? L’ipotetica ripresa che non arriverà mai??

    Ecco: io inizio a pensare che solo tutti gli italiani vedono una Nazione allo sbando. Monti e il suo titolatissimo staff invece no: loro vedono un Paese che torna a essere competitivo. Capite la differenza?
    Ragazzi, se pensate ai soliti complotti e intrighi delle Banche non avete un quadro davvero completo della situazione, perchè qui c’è anche la lucidità (e la supponenza) di cattedratici convinti di andare nella direzione giusta. Convinti di operare le scelte migliori (o comunque non peggiori).
    Tipicamente, gente come Monti o Fornero non ha alcuna ombra di dubbio: siamo noi a non capire, siamo noi gli idioti…

    Nel frattempo, quel famoso e ardito Capitano ci saluta con l’inchino 🙂

  2. monti come schettino….la lucida scelta di fare il pelo all’isola per dimostrare la propria bravura….un’associazione immaginifica assolutamente geniale.

  3. Ehhh…

    non so se quello che ha detto sul calcio sia una battuta, ma l’avrei detto anch’io, anche senza essere un esperto in materia, il GIP di Cremona ha detto che da solo non ce la fa, il marcio è troppo esteso.

    Nei giorni scorsi ho letto alcuni titoli che mi hanno fatto sorridere: quelli che attaccano con più forza il Premier attuale sono i giornali dell’ex Premier, oppure alcuni siti che dovrebbero essere ostili all’ex Premier. Sembra si siano messi d’accordo per farlo tornare, se non lui almeno qualche automa al suo seguito.

    Da dire che il Premier attuale non può toccare i ricchi perché il suo governo è sostenuto dai ricchi, del PD con la ELLE e senza ELLE. Dovrà far pagare la classe media, l’alternativa è dimettersi. In Grecia il Premier tecnico non c’è più, c’è uno ad interim. Che non fa meglio di quello di prima, aspetta le elezioni di giugno, dopo che le elezioni di maggio hanno confermato l’ingovernabilità del paese. Io credo che, in questo momento, l’alternativa ad M. sia un default possibile, ma in ogni caso un impoverimento maggiore. Ricordo che quando è entrato l’euro il potere d’acquisto italiano si è dimezzato, se dovessimo uscire dall’euro oppure se dovessimo subire quello che hanno subito i greci pur restando nell’euro, il potere d’acquisto si dimezzerebbe di nuovo.

    Il problema non è “cosa fa (può fare) M.” ma “cosa succede se non c’è lui”. Quale ipotesi. Non siamo un paese che ha l’imbarazzo della scelta in quanto a leadership e leadership onesta.

    Rispondo a Dans:

    non ha alcuna importanza in questo momento quello che succede fra alcuni anni, se non si tiene la rotta, non ci arriviamo ad alcuni anni, stanno cercando i fondi per rifinanziare il debito, si procede a vista di sei mesi in sei mesi cercando fiducia sui mercati, supplicando di comprare i titoli del debito italiano, attuando riforme per spiegare che siamo davvero un bel paese, non conta niente ciò che avverrà tra anni, alcuni mesi fa ho ritirato una serie di titoli postali con un rendimento molto buono e garantito: l’ho fatto in quanto non ero affatto sicuro che il paese non dichiarasse default

    (La cassa depositi e prestiti è in mano al Tesoro, in caso di default restituisce solo una parte di quanto ha in cassa, quindi i miei titoli, mentre i conti correnti sono cmq garantiti fino ad un certo ammontare perché bloccarli vuol dire uccidere il Paese, la liquidità non gira più).

    Il compito di M. non è rilanciare il paese, ma di evitarne il fallimento. Il resto è speranza mediatica, popolare, si pensa al dopo, ma, realisticamente, mi sembra più adatta la frase di Salazar: “non facciamo grandi piani ma diamoci da fare”. E Salazar, ministro delle finanze, dittatore rimasto al potere per 36 anni, prese la mannaia, tagliò tutto quello che c’era da tagliare e portò il paese fuori dalla crisi finanziaria. Poi non se ne andò più.

    Non credo che M. rimarrà tutto questo tempo, ma, come per Salazar, se hanno chiamato lui, e in quel modo, vuol dire che siamo sul baratro.

    Ricordo cmq che siamo in una democrazia in cui la maggioranza dei pareri decide la direzione di una nazione, le forze politiche lo appoggiano, ma credo che anche in caso di un consulto popolare la maggioranza degli elettori chiederebbe semplicemente di lasciarlo lì almeno finché non si sia allontanato lo spettro del fallimento.

    Si può criticare M. quanto si vuole, ma non abbiamo alternative. Certo, potrebbe tornare quello di prima o qualche suo emissario 😦

  4. No, noi adesso (2011-2012) non possiamo fallire. Se falliamo noi, l’Europa va sotto sopra. E se l’Europa subisse ora un tracollo, ci sarebbero conseguenze piuttosto significative anche per gli USA (sotto elezioni) e per le esportazioni della Cina verso l’occidente (Cina sotto spettro bolla immobiliare!!).

    Come dice il buon Keynes: “Se io ti devo 1 sterlina io ho un problema, ma se io ti devo 1 Milione di sterline il problema ce l’hai tu”.

    Vedi Exodus, se falliamo noi è davvero un grosso, grosso casino per tutti. Non vorrei azzardare troppo ma credo che siano gli altri ad avere bisogno di Monti, non noi.

    Noi avremmo bisogno di una persona mediamente onesta e mediamente intelligente che spiegasse ai partner europei che si fallisce tutti o si va avanti tutti. Prendere o lasciare, conseguenze annesse.

    Questa stessa persona dovrebbe poi spiegare alla propria nazione che di fronte a un fallimento sicuro è meglio fare default oggi (con un sistema produttivo ancora decente e un avanzo primario) piuttosto che fra 3 anni, dopo aver fatto terra bruciata e aver dato il tempo agli altri Stati di alleggerirsi dei titoli italiani.

    E’ chiaro, dunque, quello che sta facendo Monti: aiuta tutto l’Occidente a risolvere la bega Italia. Dopodicchè, falliremo tranquilli, senza disturbare nessuno.

    Poi scegli tu se Monti sia in buona/cattiva fede, se sia referente di metà del sistema finanziario mondiale oppure se sia imprigionato in qualche pagina di teoria macroeconomica. Di certo non è la migliore soluzione per noi.

  5. ce lo dice OCSE ( citato solo quando fa comodo come tutte le fonti in qualunque dibattito), lo dice udite udite mr. banca d’Italia Visco e mi fermo con l’elenco…abbiamo una pressione fiscale senza pari. morale?
    niente spending review, niente tagli ( ci basterebbe anche lo zombie di Salazar ) agli sprechi, niente ristrutturazioni serie della macchina dello stato, niente abbattimento della burocrazia.

    soluzione del monti-strategist: aumento delle accise sul carburante per 2 cent. ( a titolo di post it da quando sono al governo il totale accise fa 17 cent !)

    noi chiediamo di salvarci questi ci affogano. altro che pagine di economia.
    i casi sono molto semplici e come al solito sono solo due: o lo fanno o ci sono.
    in entrambi i casi stanno facendo male e temo , sapendo di farlo.

  6. @Nottebuia. Già: ci fanno o ci sono? E’ questo che mi fa impazzire…

    Infatti, al di là delle possibili scelte economiche, delle difficoltà oggettive, delle divergenze di opinione che naturalmente emorgono anche solo tra di noi (come è giusto e salutare che sia), ci sono però cose su cui siamo tutti d’accordo.
    E qui, Monti, davvero stupisce…come, del resto, stupisce chi lo ha nominato perchè lo spread era sopra 400 punti e non c’era tempo di restituire la parola alle elezioni. Un Presidente della Repubblica che ormai novantenne, giunto agli ultimi mesi di un mandato e probabilmente anche al termine di un cursus onorum, non dovrebbe avere più nulla da perdere…Invece lo vediamo incredibilmente sordo e muto di fronte agli scandali più imbarazzanti di questa Seconda Repubblica…

  7. L’Italia è gestita male sin dagli anni ottanta. Adesso sono venuti i nodi al pettine. Non ci sono soluzioni, la politica non sarebbe in grado, non ha le persone, non ha il coraggio né la capacità. Potremmo richiamare Salazar, o Benito, o il Saul biblico, ma poi… 😦

    Possiamo dare la parola al popolo, verrà fatto, e continueremo con quanto accaduto negli ultimi 32 anni.

    Credo che il degrado morale del paese si rispecchi nel degrado politico, non l’inverso. Da punto di vista “sistemico” non credo vi siano soluzioni, solo “pezze”. Continueremo a parlare male, malissimo, dei governanti ma non è un esercizio utile, è chiaramente sterile. Gli ebrei avevano escogitato un modo originale per risolvere la questione dei “profeti”, ovvero di coloro che affermavano di poter guidare il paese ad una rinascita in quanto avevano un contatto con Dio (oppure ottime idee su come risolvere la situazione): li mettevano alla prova. Chiedevano oracoli, se ciò che era profetizzato non si verificava li mettevano a morte perché blasfemi, avevano usato il nome di Dio per vantaggi personali. Chiunque proponesse qualcosa di diverso da ciò che era veniva messo alla prova, se quanto previsto non si verificava, zac. Per questo l’avvento del Cristo provocò tanto stupore, non c’erano più profeti con soluzioni in giro da due secoli, tutti stecchiti.

    Nasce un partito, lo metti alla prova, non va, zac. Nasce un idea, la metti alla prova, non funziona, zac ai promotori. Nasce una proposta, la metti alla prova, non va, zac agli ideatori. Così tutti hanno opportunità, ma rischiano la vita. In pochi anni venne fatta piazza pulita di tutti i profeti che contestavano l’ordine, ma chi azzeccava le previsioni forse poteva cavarsela. Si prova tutto, si punisce chi fallisce. Dopo un po’ prosperavano solo le bande armate e gli accoliti dei romani, che ormai dominavano il Paese.

    Ma non si può avere tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...