Good Bye, Maggie

Oggi è morta Margareth Thatcher. In attesa che gli storici facciano il loro lavoro, potremmo iniziare a dire che con lei sia iniziata quella fase di svolta “liberista” che ha caratterizzato le politiche occidentali degli ultimi trent’anni.

277-0-34535_Margaret Thatcher

Strenua sostenitrice della ‘supply-side economics‘ (wiki) , ( teoria macroeconomica dei primi anni settanta dalle idee di Robert Mundell, Arthur Laffer e Jude Wanniski, di tendenza negli USA con Reagan) .

certo i nostri nonni ci hanno sempre detto che per avere una vecchiaia serena bisognava mettersi i soldi da parte prima. poi qualcuno ci ha fatto edere che bastava avere dei diritti per avere dei soldi dopo.

poi qualcun altro ci ha detto che non era così e che volendo la pensione o entrare in ospedale bisognava liberalizzare tutto.

certo la crisi è stata seminata e innescata da folli regole sulla finanza speculativa, algoritmi malefici anche sula carta, miopie, egoismi planetari, manager e politici irresponsabili e corrotti .

ma è anche vero che oggi, la crisi mostra tutti i limiti della De-Regulation cominciata in quegli anni e, molto probabilmente, con l’addio di Margareth si accinge a chiudersi anche un’epoca storica.
Non sappiamo quanto durerà questo processo, dove porterà e se sarà indolore ma, di certo, siamo al tramonto di un’era.

Annunci

3 thoughts on “Good Bye, Maggie

  1. Non credo, Margareth Thatcher e Ronald Reagan, i due pesi massimi della deregulation, hanno passato gli ultimi anni della loro vita in preda all’alzheimer. E spesso, malignamente, mi chiedo se l’alzheimer non fosse già ben presente e visibile quando i loro rispettivi paesi, di cui erano leader indiscussi, governavano il mondo.

    Loro si sono spenti molto tempo fa, ma erano solo attori, i poteri che li dirigevano sono ancora lì, in piena forma e senza Alzheimer.

  2. quasi sembra abbiano ricevuto la grazia della demenza senile per non rendersi conto degli effetti delle loro scelte. posto che come temiamo non siano stati che attori dello spettacolo e non registi come gli storici faranno credere.

  3. @Exodus – all’estero, c’è ormai un ampio dibattito su argomenti tipo l’indipendenza delle Banche Centrali (è assurdo che dettino linee palesemente politiche a interi popoli sfuggendone al controllo democratico e rispondendo magari a non meglio precisati interessi privati). I crash finanziari ripropongono poi la necessità di tornare a separare le attività bancarie d’affari da quelle di investimento (dibattito su Glass-Steagall,…).
    La situazione di Cipro, di fatto, vede ora limitare gli spostamenti di capitali sull’isola: come la vogliamo mettere, permettiamo che i capitali si possano muovere solo quando fa comodo a qualcuno e non a qualcun altro? E’ questa libertà?
    Per non parlare degli annunci della Fed (seguiti dalla poi dalla BCE) sui quantitative easing: c’è ancora qualcuno che possa credere che le Banche Centrali controllino gli stock monetari e quindi l’inflazione??
    Ha ancora senso credere che il Mercato, da solo, allochi in maniera ottima i capitali e crei lo sviluppo laddove serva? E le bolle speculative cui deve immancabilmente intervenire a mettere una pezza lo Stato, i cittadini e la famosa Spesa-Pubblica?
    L’idea stessa di un’Europa solo economica fondata sulla concorrenza piuttosto che sulla cooperazione sta conducendo il continente a lacerazioni profonde.

    Exodus, ci sono evidenti problemi e contraddizioni in una visione i cui capisaldi hanno condotto a una crisi che sta durando ormai da anni e che si configura come la peggiore dal dopoguerra. Molti paradigmi dovranno necessariamente essere rivisti.

    @Nottebuia. Concordo: i registi sono sempre dietro le quinte.

    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...