Ha ancora senso questa Europa?

bandiera-europa

Sull’onda dei post precedenti (Prodi e Thatcher), viene spontaneo porsi questa domanda. E’ chiaro che non va messa in discussione l’Europa, ma questa Europa. Chi scrive, lo fa da partendo da posizioni europeiste. Però, aderire a un progetto significa sostenerlo ma anche criticarlo: nella situazione di crisi che coinvolge il continente, sarebbe miope non prendere atto dell’inadeguatezza dell’attuale architettura europea per affrontare le difficoltà presenti.

Giustamente si parla quasi sempre di economia ma ricordiamoci che il vero stallo è politico, infatti il processo di unificazione si è palesemente arenato già da diversi anni (come non ricordare la sonora bocciatura della Costituzione Europea in Francia e Olanda).

In questa quadro di stringenti vincoli economici (peraltro anche molto discutibili) e incompiutezza politica, l’eurozona diventa assolutamente insostenibile.

Ad ogni vertice Europeo assistiamo a teatrini dove non ci si riesce a mettere d’accordo su nulla. La crisi morde, e servono risposte: al momento pare che tutto sia fermo in attesa di vedere come andranno le elezioni nazionali tedesche di settembre.

A questo punto, i politici che rispondono affermando di volere “più Europa” dovrebbero però anche essere in grado di spiegarci come, in che tempi arrivarci e, soprattutto, quale modello abbiano in testa.

Abbiamo bisogno urgente di fare qualcosa, ma ormai non disponiamo più di poteri fondamentali come la politica monetaria e quella fiscale. Come può uno Stato uscire da una crisi così profonda senza disporre di questi essenziali margini di manovra?
Quando poi si vedono aggirarsi troike, BCE e altri organi sovranazionali (non eletti da nessuno) imporre linee politiche senza essere sottoposti al controllo democratico dei cittadini europei, diventa inaccettabile anche il modello di Unione perseguita.

Ecco, la faccio breve: non è il caso di rimettere tutto in discussione e, realisticamente, ripensare un’altra Europa? Perché su questa strada, di sicuro, non ci sono prospettive.

Annunci

5 thoughts on “Ha ancora senso questa Europa?

  1. L’Unione Europea (così come i Paesi Bassi, gli staterelli cuscinetto, l’Olanda, etc…) nasce per impedire ai pesi massimi storici Germania (e Austria) e Francia di farsi la guerra. Coinvolgendo poi tutti i vicini. Se riuscissero senza l’Unione a non dichiarare qualche guerra ogni tanto forse la pace sarebbe garantita e non ci sarebbe bisogno di impoverire tutti quanti.

  2. no, non siamo disposti. solo ad esempio casi come gli esodati o la chiusura di proto vesme, ilva et similia dovrebbero portare al gente in piazza permanentemente, a bruciare i palazzi con dentro i responsabili. invece gli italiani il tesoretto ce l’hanno e lo stanno usando per sopravvivere. i potenti lo sanno benissimo. sono così avidi e impudenti che pure lo dicono apertamente. le soluzioni violente avvengono solo quando non hai più nulla da perdere . fino ad allora i tiranni possono stare tranquilli.

    • Beh, sì, l’Italia ha un ammontare di risparmio privato più che sufficiente a coprire il debito pubblico. E’ una cosa che ha risvolti drammatici ma non colti nella loro ironia: anche senza fare proprio nulla per migliorare la situazione di questo paese si sa già che l’Italia non è a rischio default in quanto basta spostare i soldi dalle tasche delle persone alla copertura del debito publico per sanare la situazione.

      Questo in Spagna, grecia o cipro è improponibile, il risparmio privato non basta.

      Basterà derubarci per “salvare” lo Stato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...