#Gabbianelli

In attesa della fumata bianca presidenziale.

Gabbiano3

Cominciamo da un’analisi Montiana, ossia il tipico mantra che ci hanno ripetuto sino allo sfinimento in questi anni: quanto siamo cattivi noi italioti, e quanto sono bravi tedeschi e olandesi! E’ per questo che dobbiamo fare i sacrifici e le #riformestrutturali (quelle riforme, cioè che fanno carta straccia dei diritti dei lavoratori, della costituzione e che stanno riportando mezza Europa al pil del 1950 per ripagare le casse delle incaute banche tedesche che hanno problemi di bilancio da far invidia alla Fisica dei buchi neri…)

Ehm, dicevo: è per questo che ci vuole l’Austerità! Lo facciamo in nome dell’alto ideale Europeo! (alias, la troika e la BCE: quelli non eletti da nessuno)

Oh, ma finalmente arrivano i Pentastelle, arriva il rinnovamento e sapete qual era uno dei nomi in voga ? La #Gabbianelli !!

Sempre per ridere, vi facciamo riflettere su un tipico schema di narrazione stile #gabbianelli:

Si parte quasi sempre con una buona mezzora di flagellazione sugli inguaribili mali nazionali, la casta, la corruzione, le mazzette, gli sprechi, gli italioti. Poi, dopo la martellante inchiesta, arriva finalmente lo stacco liberatorio sul magico mondo di un villaggetto tedesco-olandese in cui tutto funziona immancabilmente bene. Bè, si certo: tutto funziona bene a parte le banche tedesche mezze fallite che si sono riempite per anni di carta straccia subprime e ora cercano di rientrare spremendo a più non posso le casse dell’altissimo risparmio privato italiano…

Una delle ultime proposte sempre in stile #gabbianelli , ironia della sorte, era quella di abolire il contante per vincere l’evasione (come se una mazzetta non potesse essere pagata in dollari, tanto per dire)

Ecco, ora sarebbe divertentissimo vedere gente di questo calibro alla Presidenza della Repubblica di Cipro, a gestire problemini come il blocco delle carte di credito, dell’erogazione bancomat, il divieto dello spostamento di capitali. Sai che ridere, senza contanti?

Ora, sempre per far 4 risate, provate a ricollegare quella che è l’Agenda Monti a questo genere di proposte e di messaggi martellanti: casta-corruzione, italiani cattivi ma tedeschi virtuosi (sempre con i soldi nostri, ovvio). Poi domandatevi se molte delle analisi dei “rivoluzionari” pentastellati (ma soprattutto piddini) non abbiano un retrogusto decisamente montiano. Del resto, poi,  anche i grilli stessi avevano provato a proporre Prodi-Presidente (con annesse polemiche). Si, Prodi: quello del Sogno Europeo. Quello del “lo facciamo perchè ce-lo-chiede-l’Europa” (qui le posizioni sull’euro da parte dei grilli non sono sempre molto chiare e ci piacerebbe che definissero meglio la loro collocazione invece che lanciare messaggi spesso ambigui e ambivalenti)

A pensar male si fa peccato…

Annunci

4 thoughts on “#Gabbianelli

  1. Beh, a me risulta che Grillo a Prodi l’ha sempre chiamato “Vallium”.

    cmq l’Italia ha un nord con il reddito tra i più ricchi d’Europa e il sud con il reddito tra i più poveri d’Europa, è ovvio che se non risolve il problema del sud Italia, Europa o no, è destinata ad impoverirsi. Il nord non può fare di più, lo stress sul territorio è già enorme, anche se crescesse ancora i problemi generati sarebbero infiniti. La partita Italiana o si gioca a sud o non si gioca.

    A me è sempre piaciuto Rodotà, l’unico limite sono i suoi ottant’anni, oltre che la difficoltà a far entrare in un simile circolo di dormienti una persona libera e di respiro internazionale come lui. Non credo che la politica tradizionale lo permetterà.

    Sarebbe anche il primo presidente italiano di origini albanesi, un po’ l’Obama italiano.

    Ciao.

  2. Sarebbe una questione un po’ lunga, Exodus, ma il Nord Italia si è arricchito molto grazie (anche) all’impoverimento del Sud.

    Adesso stiamo riproponendo lo stesso schema a livello europeo, con la differenza che mancano i trasferimenti compensativi di uno stato nazionale. Infatti, ora che il Sud-Europa è entrato in recessione e ha smesso di comprare i prodotti del Nord, guarda caso anche la Germania è entrata in crisi.

    Dal momento che i tedeschi sono meno furbi dei nostri leghisti e non accettano i trasferimenti, l’europa è destinata a saltare (segano il famoso ramo su cui sono seduti)

    Altrimenti, andiamo avanti con l’Agenda Monti-Merkel e, a colpi di deflazioni salariali, trasformiamo il Sud-Europa in una sorta di Sud-Est Asiatico a bassa manovalanza al servizio dell’industria tedesca e proviamo a far concorrenza ai cambogiani e ai vietnamiti (perchè, nel frattempo, i cinesi avranno già un tenore di vita più alto del nostro e un mercato interno sufficiente per la loro produzione).

    😉

  3. Penso che dovremmo importare qualche politico dalla Germania, come si fa con le squadre di calcio, non potremo sempre contare sugli ottuagenari! 🙂

  4. L’austerità in sé ha qualcosa di moralista.
    Io preferisco il “fare il passo più corto della gamba” oppure continuare con la mia allergia al “Botte piena e moglie ubriaca”.
    Se vuoi essere indipendente, devi essere forte e virtuoso, indipendente e spartano e quindi coloro da cui dipendi non ti potranno dire più alcunché li potrai serenamente mandare a quel paese, pensino ai loro problemi.
    Invece…
    Noi siamo sempre con la mente fuori di noi, dei nostri problemi, a pensare quel che dicono o non dicono, quel che fanno o non fanno gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...