Analisi della stupidità

stup2Confessatelo: da anni osservate l’azione di politici, giornalisti, amministratori, dirigenti o in generale persone che occupano ruoli di responsabilità, e spesso finite per rimanere perplessi di fronte ai loro comportamenti. Effettivamente, alcuni sembrano (e sono) molto scaltri, altri invece seguono logiche a dir poco spiazzanti. Allora scatta la fatidica domanda: ma ci sono o ci fanno? Quanto sono consapevoli o inconsapevoli delle loro azioni?

Per capire meglio la situazione ci viene in aiuto un libro che vi consigliamo assolutamente di leggere, scritto dallo storico economico Carlo M. Cipolla, il quale si inoltra in una fantastica disamina sulla stupidità umana. Egli rileva che la stupidità umana è indipendente da qualsiasi altra caratteristica di ciascun individuo, per cui troveremo la stessa percentuale di stupidi tra studenti, professori e bidelli. Non ci credete? E’ incredibile ma è così: potete estendere le ricerche e le osservazioni confermeranno questa legge!

Se vogliamo addentrarci nel valutare l’operato di ciascuna persona, possiamo idealmente tracciare un diagramma cartesiano in cui disponiamo sull’asse orizzontale i vantaggi (o gli svantaggi) che questi è in grado di procurare per se stesso e in verticale i vantaggi (o gli svantaggi) che lo stesso individuo procura agli altri con le proprie iniziative.

A questo punto, avremo un primo quadrante in alto a destra in cui si distinguono i soggetti intelligenti: i loro gesti procureranno sia vantaggi per loro stessi che per tutti gli altri.

In basso a destra troviamo i banditi, cioè coloro i quali perseguono un vantaggio personale danneggiando gli altri.

In alto a sinistra ci sono gli sprovveduti: si tratta di coloro che procurano vantaggi agli altri senza trarre alcun beneficio per sé.

Infine, in basso a sinistra, ci sono gli stupidi: tutti quelli che non solo non producono vantaggi per se stessi, ma riescono anche a danneggiare gli altri.

Dove si colloca ciascuno di noi? 😉

Annunci

15 thoughts on “Analisi della stupidità

  1. per me ci sto pensando seriamente. le mie statistiche mi portano spesso in alto a sinistra. per i politici la risposta è scontata dalla constatazione: in basso a destra.

    • A me invece venivano in mente alcuni dei membri del prestigiosissimo club di via scooter che, a questo punto, non possiamo se non collocare nel quadrante negativo-negativo (ma la cosa divertentissima è che loro si sentono bandidos!!)

  2. Stupidità distribuita in modo egalitario: ciò che io indico come il_bobbolo nei vari segmenti sociali.
    Come.misantropo butti solo benzina sul fuoco.
    Fu Giovanni Sartori, osteggiato furiosamente da destra e cattolici natalisti e dalla sinistra progressista ad utilizzare Stupidus Stupidus per qualificare la specie del parassita apicale arrogante.

  3. Aggiungo, inoltre, che se so passa dal piano cartesiano al cubo.cartesiano, aggiungendo un terzo asse, per la dimensione temporale, le cose cambierebbero in modo sorprendente.
    Ad esempio gli inventori intelligenti di frigorifero, antibiotici, fertilizzazione chimica, etc. col tempo si stanno dimostrando i più straordinari fattori di crescita del tumore umsno.
    Intelligenti come quelli che danno un intero arsenale in mano a dementi

    • No, non c’è bisogno di scomodare il tempo: questa cosa può essere tranquillamente “raccontata” dal comportamento “banditesco” di chi utilizza la tua invenzione per ottenere vantaggi personali e arrecare svantaggi agli altri…

      • Invece la dimensione del tempo (sarebbe quella spirituale e non è affatto un caso) viene sempre trascurata.
        Ovvero si assume che essa coincida con “a breve o a brevissimo termine”. Si usa il sottospazio piano proprio perché si appiattisce quella del tempo.
        E’ una convinzione straordinariamente diffusa, insieme con altre credenze positiviste (crescita, tecnologizzazione, velocizzazione, virtualizzazione, etc.).

        Ad esempio, che effetto ha il rendere masse sempre più sterminate dipendenti dalla connettività ovunque-sempre? Che regressioni cognitive si notano? Le capacità di risoluzione dei problemi complessi? fra 5 anni? fra 30?

        In una pagina odierna dell’ottimo Jacopo Simonetta su Keynes si riporta che l’economista aveva intuito che l’economia e il “progresso” avrebbero cessato di avere problemi se non ci fossero stati grossi aumenti della popolazione.

        Allora, il pattern antibiotico sì – anticoncezionale no vede metà la massa degli homo e i vari speculatori morali che la dirigono prendere in maniera positiva la meraviglia degli antibiotici che … ha decimato la mortalità.
        Su scala temporale leggermente meno immediata questo ha comportato l’esplosione demografica in corso che è il problema n° 0 attuale del mondo.
        Allora, Pasteur e Fleming, “inventori” degli antibiotici, sono stati utili al mondo? Ad esempio, se si considera il collasso in Etiopia direi proprio di no, è uno dei molti paesi in crisi sempre più grave per esplosione demografica … anche da antibiotici.

        Cambiando spostando t (cioè NON assumendo che esso sia quasi zero) cioè spostandosi sul cuboide che si ottiene con il terzo asse, le valutazioni di “intelligenza / stupidità” cambiano radicalmente.

        Eppure, quante persone ammetterebbero che l’invenzione degli antibiotici è stata, in queste condizioni, una cosa devastante (e quindi stupida)?

        • LOL…ma allora dobbiamo aspettare cento anni prima di capire se uno è stupido? Diciamo allora che i criteri di valutazione di cosa sia “buono per gli altri” sono piuttosto difficili da stabilire…
          Certo, poi corriamo anche il rischio che ciascuno diventi un piccolo genio incompreso… 😉

  4. Mi son perso un commento.
    Dicevo che Giovanni Sartori, osteggiato da cattolici e destra natalisti e dalla sinistra progressista, da tempo usa Stupidus Stupidus per designare la specie del parasssita apicale arrogante.
    Scusate per i refusi, scrivo da furbofono.

    • Non ho capito che è successo, i tuoi commenti sono rimasti in coda di moderazione…me ne sono accorto per caso! Si vede che il software è più stupido del il_bobbolo…o forse ha sgamato il tuo virus influenzale e si è preoccupato? (propendo sicuramente per la prima ipotesi!) 🙂

  5. Io mi colloco in un non ben precisato punto ottimale dal punto di vista di Pareto, in cui apporto vantaggio a me stessa senza peggiorare la situazione degli altri 🙂

    • Ma stupendo !!! 🙂 🙂 Allora puoi venire ancora avanti tranquilla fino alla curva dei contratti: lì trovi un negroni sbagliato con ghiaccio e una sedia sdraio.
      Io stavo provando ad arrampicarmi sull’asse Z uscente dal piano, ma continuo a scivolare !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...